Certe volte vado in tilt

Certe volte vado in tilt

Il cervello si sconnette

Il pensiero la realtà capovolge

Crogiolo in un pentolone d’ansia

Evito lo sguardo altrui

Sono decentrata

perdo il baricentro

rotolo in tutte le direzioni.

 

Dinamiche cicliche

motivo di anni

vissuti da perseguitata ma sopravvissuta

vessata da Ombre

lunghe quanto la Storia del Mondo.

 

E non resta che camminare fino a perdersi

E togliersi le scarpe e camminare scalzi

Tra filiformi d’erba

fastidiosi eppure toccasana

e i raggi che filtrano dalle foglie

di alberi molto più vecchi e saggi di te

E capisci che non sei solo

E ritrovi il baricentro del tuo Mondo

 

-Anonimo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...