La vita etera

Su colli incantati

Laddove s’inclina la trama del suolo

Siv partorisce appena dischiuso

Frattali ed anticapriole

Nel cioccare urlante che allontana l’estinzione

Il dinosauro divenne pennuto

Ed i popoli scopersero il fuoco

Stanze di stanze di stanze

A distanza sul ventre luccicante

Cangiante multiforme

Che porta i piedi fino all’acqua

So’ stanze

E vi sto scendendo

A forza di tirarmi su le brache

E con quale costanza

Ma con quale sostanza lo faccio

Stanza dopo stanza

Con quale costanza

Con quale sostanza

E che fai?

Cerco

E che che cerchi?

Che ne so lo cerco

Ma so che ci arrivo

Se solo mi concentro

Cos’è questo coriandolo che accartoccia multiversi?

Un eterna vita?

Una vita eterea?

È l’eterna vita de La Vita Eterea

Vorrei un registramente

Se solamente esistesse

Perché sopraffacentesi

Son fra parentesi

A galla nel mare

Nel quale aggiustare il frattale

È l’ideale è l’ideale

Per assemblare il nido tuo fatale

È l’ideale

Sputala fuori la saliva colloidale

E quello sai lo fanno solo noi

Che si sa guardarsi nell’occhio

Sventrando le storie della storia

E chi sa dove e chi sa cosa

Tutte queste uova

Autocacantesi

Autoschiudentesi

Saranno

Fino all’alba trionfante

E negli oltre di noi

Che son qua nelle stanze

Non più distanti o d’istinti oramai

Ho fatto un giro al parco

Giornata annuvolata

La gente non ha gente

Della quale aver paura

Perché son tutti quanti

Nell’altroversantesi

Dunque esasperantesi

Noi si comprende

È l’autoessersi l’autoesser Siv

Autovedentesi esser “Il”

Ah ecco

Ecco l’eco

Di cui echeggia il percorso della vita

Noi non siamo mica nuovi

Siamo rinnovantesi

Ecco l’eco è l’accorgersi

D’autoessersi autorinnovantesi

Ed é concentrico

L’eco è concentrico

È concentrico e concentrico

Econcentrico

Saremo sconcentrantesi

Ed in noi ed a partirci

Sarà sconcentrarsi del nonnulla

Fino all’altroversantesi

Dei sè molteplici

Nelle molteplici stanze

Dei molteplici multiversi

Siamo stati in vacanza nella vita eterna

Del sentiero di vita

Dei sentieri de La Vita Eterea

E tornato finalmente nel tempo e nello spazio

Comprendo d’essere un essere pennuto

Polenta Magenta

express yourself poesia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: